Di Giorgi sulla sua casa: “Basta, è stata pagata con i risparmi. Sui Ppe polemica politica”

di Redazione – Torna sulla questione del pagamento della casa di Piazzale Carturan Giovanni Di Giorgi, e lo fa nella consueta intervista a RadioLuna. “Non ne posso più della situazione della casa. Io l’ho pagato con i miei risparmi versano 305 mila euro”, così esordisce il Sindaco di Latina. Qualcuno fa notare che il prezzo pattuito era di 335 mila euro: “Mancano 30 mila euro che come d’accordo pagherò entro fine anno”, garantisce Di Giorgi, che non esita a nascondere come la vicenda lo ha infastidito e non poco. “305 mila euro sono una cifra importante”, dice il Sindaco, che non nasconde la volontà di voler rivendere l’immobile.

Altra questione spinosa affrontata nell’intervista radiofonica è la sospensione delle varianti e la scelta di nominare un pool di tecnici, i cui nomi saranno ufficializzati giovedì. Questa squadra, spiega Di Giorgi, non solo valuterà la bontà dei piani ma accerterà la questione delle competenze di Giunta e Consiglio Comunale. “Ma nel frattempo (durante la sospensione) i piani non maturano diritti”, spiega Di Giorgi. C’è spazio anche per una frecciatina al PD: “Fino a ieri invocava di sospendere i piani e oggi leggo che vogliono impugnare la delibera di sospensione. Questo evidenzia la chiara matrice politica della questione”, è l’analisi del Sindaco.

Nel corso dell’intervista c’è modo anche di parlare del Presidente della Repubblica. “Non mi dispiacerebbe il Presidente Fassino, una persona autorevole con un trascorso importante, è cresciuto è uscito dal limbo degli ex DS per essere un uomo delle istituzioni”. Una battuta anche su Giancarlo Magalli: “Un virus mediatico”, dice ridendo Di Giorgi.

VARIANTE MALVASO, IL PD METTE ALLE STRETTE DI GIORGI: DIMOSTRI DI AVER PAGATO LA CASA DI PIAZZALE CARTURAN

DI GIORGI ACQUISTA UN APPARTAMENTO DA MALVASO, MA IN TESTA GLI CADE UNA TEGOLA

SHARE