Di Giorgi sospende tutti i piani particolareggiati, i documenti al vaglio di tecnici esterni

di Redazione – La questione di Via Quarto e la variante Malvaso si stanno rivelando temi particolarmente difficili da gestire per l’Amministrazione di Latina. Per questo Giovanni Di Giorgi e la sua maggioranza hanno deciso la sospensione temporanea di tutti i piani attuativi approvati e in corso di approvazione. Lo ha comunicato il Comune in una nota. Nella stessa viene scritto che si è ravvisata la necessità della sospensione anche per approfondire quali siano le competenze della Giunta e del Consiglio Comunale.

Per analizzare le singole procedure che hanno portato alla modifica dei piani attuativi, sarà nominata una commissione di esperti che entro 45 giorni dovrà produrre verifiche che siano “autorevoli, indipendenti e imparziali, in grado di delineare con certezza le prossime azioni amministrative dell’ente in materia pianificatoria”.

La scelta è stata presa dal Sindaco Di Giorgi e dall’Assessore all’Urbanistica. “È una decisione importante, assunta a garanzia di tutti – ha detto Di Giorgi – ma quello che soprattutto mi preme sottolineare è che si tratta di una scelta condivisa da tutta la maggioranza che governa la città”.

VIA QUARTO E VARIANTE MALVASO, DI GIORGI E LA ROSA CORRONO AI RIPARI E DISPONGONO ACCERTAMENTI

VIA QUARTO, LE INDAGINI SI ALLARGANO ALLA VARIANTE PRAMPOLINI. DI GIORGI: COMUNE PARTE LESA

VARIANTE MALVASO, IL NIPAF SEQUESTRA IL CANTIERE DI BORGO PIAVE

SHARE