Destagionalizzazione, la replica di LBC: Basta con l’opposizione da Prima Repubblica

“Con rammarico prendiamo atto di quello che è il modus operandi dell’opposizione o di una parte di essa incapace di operare in sinergia con la maggioranza su temi ampiamente condivisi e di importanza vitale per la cittadinanza ed il futuro di questo territorio”, inizia così la nota con cui Latina Bene Comune replica alla minoranza relativamente all’esito del consiglio comunale di ieri sulla destagionalizzazione.

“Anche nel caso della delibera sulla destagionalizzazione, il gruppo di LBC si è dimostrato più che responsabile, invitando ripetutamente l’opposizione a sintetizzare un emendamento comune o votarne uno condiviso. Ciò non è stato possibile perché l’opposizione è rimasta divisa, probabilmente dalla differenza di vedute frutto di anni di lavori, piani e progetti mai integrati tra loro. Di questa complessità l’opposizione non si è voluta prendere la responsabilità come fosse figlia di qualcun altro, fuggendo il voto e abbandonando l’aula”.

LBC invece è stata responsabile, perché, si legge nella nota, la delibera votata tutela l’amministrazione, “E quindi tutta la nostra comunità, da contenziosi in essere o che da questa potrebbero derivare. L’obiettivo principale – prosegue Latina Bene Comune -, ovvero quello di fornire agli operatori interessati gli strumenti per aderire alla destagionalizzazione, è stato raggiunto attraverso un preciso indirizzo politico chiaramente espresso nella delibera stessa, attraverso un confronto serrato in ben 5 commissioni consiliari, con assessori, tecnici e dirigenti comunali”.

“Ieri si è persa un’altra occasione per cominciare insieme a sciogliere una matassa. Abbiamo cominciato a farlo noi come maggioranza e speriamo che l’opposizione in futuro possa collaborare svestendo finalmente gli abiti dell’opposizione da Prima Repubblica”.

LBC si dice pronta a collaborare e ad accogliere le proposte indipendentemente dalla provenienza, e ciò è dimostrato dagli innumerevoli provvedimenti votati all’unanimità fino ad ora.

“La marina di Latina è il futuro di questa città e tutti ne cogliamo le potenzialità. A questa Amministrazione – concludono da LBC -, il compito di concretizzare l’obiettivo finale di sviluppo del nostro litorale mediante l’approvazione di uno strumento urbanistico unitario, sostenibile e fattibile economicamente. Ribadiamo pertanto il nostro impegno finalizzato ad animare la marina e renderla fruibile per più estesi periodi dell’anno. Per favorire il conseguimento delle necessarie abilitazioni l’amministrazione utilizzerà lo strumento della conferenza dei servizi per l’acquisizione dei preordinati pareri idrogeologici”.

SHARE