Destagionalizzazione, Ialongo e Miele delusi: la delibera rischia di essere inefficace

Giovanna Miele e Giorgio Ialongo

Il Consiglio Comunale del 28 settembre discuterà della destagionalizzazione, ma la delibera che dovrà essere votata non piace a Giorgio Ialongo e Giovanna Miele, che erano stati promotori dell’iniziativa. “Stiamo faticosamente ottenendo la destagionalizzazione degli stabilimenti balneari, ma i contenuti della delibera che sarà esaminata dal prossimo consiglio comunale non ci soddisfano affatto”, così in una nota i due consiglieri di Forza Italia.

“Nelle Commissioni Bilancio e Attività Produttive – proseguono -, ci siamo imbattuti un una proposta di delibera che semplicemente si limita a recepire una serie di nozioni tecniche, alcune generiche, altre superflue. Manca nell’atto una volontà politica chiara di arrivare a una effettiva e concreta destagionalizzazione, tanto che non siamo in grado di dire se la deliberà porterà veramente alla possibilità di destagionalizzare, né in questo anno, tantomeno nei prossimi. Ci spiace costatare come nelle stesse commissioni non si sono visti gli assessori che avrebbero dovuto interessarsi al tema per risolvere le questioni che la maggioranza stessa sollevava in alcuni casi. L’unico assessore presente è stato Felice Costanti che non ci ha saputo dare risposte concrete e risolutive”.

La destagionalizzazione, sostiene Forza Italia, doveva essere un primo passo importante per rendere Latina città del mare. E invece la delibera che avrebbe dovuto consentirla sarà praticamente vuota: “Un provvedimento che rischia di essere tutt’altro che utile, in quanto farraginoso, poco praticabile, e ben lontano da quella che era la nostra intenzione: un atto celere, determinato e trasparente. Come Forza Italia – concludono Ialongo e Miele – ci siamo fatti promotori di un provvedimento ben diverso. Prendiamo atto che è mancata la volontà politica chiara e concreta di dare una risposta risolutiva della questione”.

SHARE