Lido di Latina, il ripascimento morbido non basta. Ialongo e Miele chiedono atti immediati

Giovanna Miele e Giorgio Ialongo
Giovanna Miele e Giorgio Ialongo

Per nulla soddisfatti dal Question Time di oggi i consiglieri comunali di Forza Italia, Giovanna Miele e Giorgio Ialongo. I due avevano presentato un’interrogazione sul degrado del lido di Latina e sul fenomeno dell’erosione delle coste.

“Sul fenomeno dell’erosione della costa è emerso chiaramente l’indirizzo dell’amministrazione: procedere verso un ripascimento morbido, fatto sulla base di studi regionali mai citati esplicitamente, e presentato come unica soluzione, la più ottimale”.

“Prendiamo atto delle dichiarazioni dell’assessore – continuano i due consiglieri comunali di Forza Italia -. Non entriamo nel merito, quello che serve ora è un intervento immediato anche se risultasse temporaneo. Le nostre coste versano in uno stato di abbandono, vittime dell’erosione che sta riducendo progressivamente la spiaggia, andando a minacciare strutture balneari, infrastrutture, locali e abitazioni. Non bisogna attendere ulteriormente, serve applicare misure atte a ridurre il pericolo che i danni prodotti dal fenomeno naturale diventino irreversibili”.

“La costa rischia di sparire – aggiungono Ialongo e Miele -. Era un tratto meraviglioso, un patrimonio di cui andare orgogliosi, ma oggi l’Assessore ci ha confermato che Latina detiene un triste primato in quanto a superficie erosa e ora ricoperta dall’acqua”.

“In questo momento abbiamo l’obbligo civile e morale di correre ai ripari e per questo non ci fermeremo finché non vedremo azioni concrete – concludono -. Lunedì ci sarà un ulteriore incontro tra l’assessore e la Regione: chiediamo che ne siano resi noti i contenuti, vogliamo essere costantemente messi al corrente di come si procederà a risolvere questa criticità. Saremo sempre attenti a questa tematica in attesa che venga risolta”.

SHARE