Da Sabaudia per un posto alla Pisana, Amedeo Bianchi è il primo a uscire allo scoperto

Amedeo Bianchi

Alla corsa elettorale del prossimo 4 marzo ci saranno anche esponenti di Sabaudia a contendersi un posto in Consiglio regionale del Lazio. Il primo ad uscire allo scoperto è Amedeo Bianchi, ex consigliere comunale e segretario cittadino in carica del Partito Democratico. Una decisione maturata in tempi brevissimi: “Lunedì mattina mi è stata chiesta la disponibilità, e solamente oggi (11 gennaio, n.d.r.) mi è stata data conferma. Sono contento che il Partito abbia scelto di candidarmi alla Regione”, sono le primissime battute a caldo dell’esponente del PD di Sabaudia.

Con Bianchi in corsa che contenderà agli altri colleghi di partito una ambitissima nomina da consigliere regionale, la campagna elettorale torna ad infiammare il Comune pontino a soli 6 mesi di distanza dall’elezione della nuova amministrazione. I giochi comunque non sembrano finire qui. C’è chi scommette che il prossimo 4 marzo sarà un vero e proprio derby elettorale. Oltre a Bianchi pare estremamente probabile la candidatura di Piera Polisena, risultata la più votata di Fratelli di Italia a giugno 2017 ed elemento di spicco in ambito provinciale del partito che fa capo a Giorgia Meloni. La candidatura di Polisena troverebbe legittimità normativa anche in ottica delle “quote rosa” previste.

Con Bianchi lanciato e Polisena che scalda i motori, sembrano affievolirsi gli entusiasmi dei sostenitori di Maurizio Lucci. L’ex Sindaco ha iniziato in autunno a tastare gli umori di una sua candidatura al fianco di Sergio Pirozzi, il sindaco di Amatrice che sta causando non pochi grattacapi ai vertici nazionali della coalizione di centrodestra. Con Berlusconi&Co. impegnati nel tentativo di far desistere Pirozzi dalle velleità presidenziali, Lucci rischia di rimanere appeso. Lo stesso ex primo cittadino avrebbe rallentato i giri del motore della propria macchina elettorale per vedere il risultato della trattativa tra Pirozzi e “resto del Mondo” ma sarebbe pronto ad reinserire la marcia e partire a razzo ad un solo cenno del sindaco-allenatore di Amatrice. C’è chi poi, paventa uno scenario che però, ad oggi, avrebbe dell’inverosimile: trovato il candidato unitario del centrodestra e con il passo indietro di Pirozzi, Lucci sarebbe pronto a candidarsi nelle liste di Forza Italia.

Su come reagiranno Sabaudia ed il sindaco Giada Gervasi di fronte ad una (insperata alla vigilia) abbondanza di candidati per la Regione, bisognerà attendere ancora qualche settimana. Risulta comunque singolare la constatazione secondo cui i candidati (o papabili tali) sabaudiani che si accingono a imbarcarsi in una impresa che definire ardua sembra ottimistico, nei migliori dei casi siedano tra i banchi dell’opposizione se non addirittura provengano da eclatanti recentissime bocciature elettorali. Intanto Giada Gervasi e la maggioranza si preparano a “festeggiare” i primi 6 mesi di governo cittadino con un appuntamento pubblico fissato per sabato 13 gennaio alle 12 nella sala consiliare di Sabaudia.

SHARE