Criminalità, diminuiscono i reati in provincia. Ma nel Lazio Latina è prima per episodi violenti

di Redazione – Diminuiscono gli episodi di criminalità in Provincia di Latina. Questo è quello che emerge consultando il rapporto Eures. La sorpresa è che Latina va in controtendenza rispetto a quanto accade nel Lazio e in tutte le altre province della regione, dove i reati sono in aumento. Nello specifico, nel 2013 i reati registrati nella Provincia di Latina sono lo 0,6% in meno rispetto al 2012.

Nel Lazio invece in tutto il 2013 si sono registrate oltre 333 mila denunce, con un incremento del 2,5% rispetto all’anno precedente. L’83% dei reati si è verificato a Roma. La ricerca calcola anche l’indice di rischio, che a Roma è di 66,2 reati ogni mille abitanti. Questo indice è pari a 28,4 % Frosinone, 36,9% a Viterbo, 31,9 a Rieti e 45,4 a Latina.

Per quanto riguarda i furti è a Rieti che si è registrato l’incremento maggiore (8,9%), a Latina invece l’aumento è “solo” del 2,8%. Solo a Viterbo i furti sono diminuiti dello 0,8%. Per quanto riguarda la criminalità violenta (omicidi volontari e preterintenzionali, tentati omicidi, violenze sessuali e lesioni dolose) a Latina si registra una forte flessione di questo tipo di reati (-12,6% dei reati denunciati) Tuttavia la provincia pontina è quella dove si registra il primato di criminalità violenta nel Lazio con 14,9 reati ogni mille abitanti.

SHARE