Consiglio comunale per la crisi, opposizione e maggioranza unite nel sostegno ai lavoratori

di Redazione - Erano tutti riuniti nell’aula consiliare di Piazza del Popolo: istituzioni, lavoratori, sindacati, cittadini. Il sindaco Di Giorgi ha convocato una riunione straordinaria proprio per parlare di crisi economica e per mostrare solidarietà a chi rischia di perdere il posto di lavoro o lo ha già perso.

Durante l’assise, hanno preso la parola anche tre lavoratori, uno a rappresentanza di Sapa e altri due di Aviointeriors, le richieste alle istituzioni locali sono di sostegno nella battaglia e anche di rappresentanza verso il Governo centrale affinché si interessi della loro situazione.

Alla riunione ha preso parte anche Eleonora Della Penna, nella doppia veste di sindaco di Cisterna e Presidente della Provincia, “Condivido – ha affermato Della Penna – il fatto che gli operai ci richiamino continuamente ai nostri doveri. Come istituzioni locali è davvero importante dimostrare la nostra vicinanza ai lavoratori e alle loro famiglie. Sappiamo che non abbiamo tutti gli strumenti per affrontare quello che è ormai diventato il ‘Caso Latina’ quando si parla di economia e di aziende in crisi con migliaia di posti di lavoro persi nel corso degli anni”. Il numero uno di Via Costa ha anche annunciato che con il Prefetto si sta concordando la data per un incontro. Nel suo intervento il sindaco di Latina, Giovanni di Giorgi, ha illustrato – anche a nome dell’opposizione – la mozione solidale ai lavoratori che nello stesso tempo è anche un documento per promuovere una legge speciale che impedisca a chi ha preso finanziamenti pubblici di poter spostare la sua sede all’estero. “Mai più casi GoodYear, Pozzi Ginori, Avio, Sapa, Italcraft nella nostra provincia”, ha concluso Di Giorgi.

La mozione è stata votata all’unanimità e in Consiglio è arrivata anche una comunicazione di partecipazione morale da parte del consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone.

SHARE