Consiglio Comunale Latina, bocciata l’estensione della rete wifi pubblica: non è una priorità

Maggioranza-LBC-Latina

Nel consiglio comunale di oggi la maggioranza ha respinto la mozione presentata dai consiglieri Enrico Forte e Matteo Coluzzi che impegnava sindaco e giunta ad estendere la rete wi-fi in particolare nei luoghi di aggregazione. Il motivo è semplice: non è una priorità. Lo ha detto il capogruppo di LBC Dario Bellini e diversi altri esponenti della maggioranza che hanno prospettato anche problemi di salute e sicurezza, in particolare nelle aree frequentate dai più piccoli

“Ben vengano gli approfondimenti nelle commissioni – ha detto in aula l’assessore Antonio Costanzo – che sono la sede istituzionale dove è opportuno approfondire e contestualizzare il problema. Dobbiamo fare valutazione costi e benefici, e in questo ruolo delle commissioni e importante”.

“Come amministrazione abbiamo qualche ritardo maggiore”, ha argomentato invece l’Assessore Felice Costanti, facendo ferimento alla necessità di pensare prima alla banda larga.

La minoranza ha reagito duramente. Alessandro Calvi ha lamentato un mancato coinvolgimento delle commissioni sul tema prima dello svolgimento del Consiglio, e in generale per l’ex candidato sindaco, alcune commissioni dovrebbero lavorare di più. Si è detto rammaricato Matteo Coluzzi, che aveva presentato la mozione.

Al momento del voto è trapelato il malumore di parte di LBC che non intendeva bocciare la proposta, tanto che all’atto del voto vi sono stati 13 contrari alla proposta, 6 astenuti e 11 favorevoli (tutta la minoranza).

Precedentemente il Consiglio Comunale aveva approvato all’unanimità un’altra mozione, sempre presentata da Enrico Forte e Matteo Coluzzi, per un miglioramento del sistema museale. A tale mozione è stato aggiunto un emendamento presentato da Nicoletta Zuliani che impegna l’amministrazione a coinvolgere le fasce scolastiche nella fruizione dei musei.

SHARE