Confartigianato chiama l’assessore Tripodi: il Comune intervenga per contrastare la crisi

di Redazione – Le attività commerciali a Latina continuano a chiudere e Confartigianato corre ai ripari. Per questo l’associazione delle piccole attività commerciali e artigianali locali ha chiesto un incontro all’Assessore alle Attività Produttive, Angelo Tripodi. L’Assessore ha immediatamente accettato l’invito arrivato dal presidente provinciale, Aldo Mantovani, e dal direttore provinciale, Ivan Simeone. “Il comparto delle piccole attività artigianali, di fatto, è in forte affanno. Molti mestieri artigianali sono ormai scomparsi”, è quanto sottolinea Simeone. A Latina molte attività, una volta fiorenti, ora hanno chiuso con il risultato di desertificare le zone dove esercitavano. Per questo, dice Simeone, c’è bisogno di “una forte e rinnovata azione concertativa per un rilancio di queste piccole attività commerciali ed artigianali. Se una attività chiude, vi è tutto un indotto che soffre con conseguente diminuzione di posti di lavoro”.

Nella nota con cui annuncia la richiesta dell’incontro con Tripodi, Simeone evidenzia che di certo non è il Comune a poter risolvere la situazione, ma l’Ente può intervenire come ha fatto con il sostegno dato agli operatori del lido con il Plus. All’Amministrazione Comunale Confartigianato chiederà quali iniziative intende attuare per fronteggiare la crisi. “Riteniamo essenziale – conclude Ivan Simeone – porre in essere un confronto tecnico-economico permanente, per affrontare i problemi, analizzare le criticità ed offrire un sostegno per cercare di rilanciare il territorio. Sappiamo che la questione è complessa ma è nostro dovere cercare di agire ed arginare queste criticità”.

SHARE