Comunali 2016, nel PD cambiano gli equilibri e c’è chi lancia De Marchis alle primarie. Ma lui: notizia falsa!

di Giusy Cavallo – Il direttivo provinciale del PD di venerdì scorso ha cambiato gli equilibri all’interno del partito democratico. La minoranza guidata da Sesa Amici sembra sempre più arroccata tanto che ha perso un componente importante come Giorgio De Marchis, che ha votato il commissariamento di Priverno, e non ha avuto il sostegno Enrico Forte che pure sembrava, negli ultimi tempi, più vicino al sottosegretario di quanto fosse a Moscardelli soprattutto dopo gli attacchi nemmeno troppo velati al segretario La Penna. “La minoranza è senza idee e non sa far altro che chiedere la testa di La Penna, che però è sostenuto da una maggioranza compatta” spiega Moscardelli che difende il segretario anche per la sua gestione del “caso Priverno”. Comunque tra il consigliere regionale Forte e il senatore i rapporti non sono idilliaci ma per il momento non c’è stato alcuno strappo.

Strappo che invece ha concretizzato De Marchis che non ha fatto in tempo a riappacificarsi con Moscardelli e con la maggioranza che è già stato dato come sicuro candidato alle primarie del Pd per le comunali 2016. “I rumors mi danno candidato alle primarie del Partito Democratico per il Sindaco di Latina. Notizia falsa” si è affrettato a smentire su Facebook il consigliere comunale

Certo è che De Marchis, forte delle sue 12.343 preferenze alle elezioni regionali del 2013, è una pedina importante del PD per le prossime elezioni comunali a Latina.

SHARE