Cisterna, nessun errore nel calcolo della TARI. Il Comune rassicura: niente sanzioni per chi paga in ritardo

di Redazione – Non c’è stato nessun errore nel calcolo degli importi della TARI, il Comune di Cisterna replica al PD che accusava di l’amministrazione di aver sbagliato il calcolo della rata della Tari facendo in modo che chi aveva già versato l’acconto a settembre non si vedeva riconosciuta la cifra già pagata nel totale ancora da versare. Ma il problema non è stato del Comune quanto dei contribuenti che spesso hanno pagato in ritardo le rate dell’acconto o hanno dimenticato di comunicare i dati necessari per il calcolo della rata. I disagi, comunque, hanno interessato solo 500 bollette su un totale di 21mila utenze attive.

“La minima percentuale di errore sul saldo 2014 – ha spiegato l’Assessore al Bilancio Danilo Martelli – deriva per lo più da versamenti effettuati dai contribuenti oltre la prevista data di scadenza della seconda rata (30 settembre) e pertanto non acquisita dal sistema informatico. La restante parte, invece, deriva dall’errata o lacunosa compilazione, svolta direttamente dai cittadini, del modello F24”.

In ogni caso, rassicura via Zanella, non ci saranno interessi o sanzioni per chi paga in ritardo e per informazioni o chiarimenti è a disposizione il personale dell’Ufficio TARI che, in via straordinaria, in questi giorni ha ampliato l’orario di ricevimento dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e giovedì anche di pomeriggio dalle 15,30 alle 17,30. E’ inoltre possibile inviare richiesta di chiarimenti via email all’indirizzo ufficiotributi@comune.cisterna.latina.it o telefonicamente allo 06.96834207-202 nei giorni e orari di ricevimento del pubblico.

SHARE