Cisterna, da Maria Innamorato critiche al neo-assessore Agnani: “Che competenze ha?”

di Redazione – A Maria Innamorato l’amministrazione del Comune di Cisterna non piace affatto e non perde occasione per ricordalo. Con una nota l’esponente dell’opposizione contesta vari aspetti, dalla riorganizzazione interna alla situazione delle scuole fino al cambio di assessore. Ad esempio, la rotazione degli incarichi, dice Maria Innamorato, “Non si traduce come razionalizzazione della spesa”.

Maria Innamorata torna poi sulla vicenda dei cinque tecnici assunti all’ufficio condoni: solo i due di Cisterna hanno accettato l’incarico, la conseguenza è che l’ufficio è intasato da pratiche da sbrigare. Neppure è soddisfatta della somma data alle scuole per la manutenzione ordinaria: “Si interviene sempre solo dopo le segnalazioni da parte nostra e dei cittadini, l’ennesima dimostrazione di inefficienza, di mancanza di idee e programmazione di questa amministrazione”, dice.

Maria Innamorato chiede anche che siano accolte due sue richieste: l’abbattimento del 50% dell’Imu sulle aree edificabili soggette ad usi civici e fasce di rispetto, e una maggiore manutenzione delle strade segnate da recenti e gravi incidenti stradali.

Infine arriva l’affondo sul neo assessore all’Urbanistica e ai Servizi Sociali Viviana Agnani, che sostituisce Angela Coluzzi. “Avrà modo di dimostrare la sua professionalità, nel campo urbanistico dato che è un architetto, ma in campo sociale?”. E insiste: “Ancora una volta questa amministrazione sceglie fuori i confini di Cisterna, cominciamo a pensare che questa maggioranza voglia far diventare la nostra città una protettorato di Latina”. A tutte queste domande Maria Innamorato vuole risposte concrete e non evasive.

SHARE