Cisterna, battaglia sulla riorganizzazione del personale: la Uil Flp denuncia il Comune

di Redazione – La Uil Flp ha denunciato il Comune di Cisterna per comportamento antisindacale nei confronti dei propri dipendenti. Questi sono stati “vittime” della riorganizzazione voluta dal Sindaco Eleonora Della Penna, che, a detta del Sindacato, ha gettato nel caos gli uffici dell’amministrazione. Della Penna avrebbe modificato il criterio per l’assegnazione degli incarichi senza tenere conto dei criteri di meritocrazia. Inoltre avrebbe accorpato in modo irrazionale degli uffici sovraccaricando il lavoro dei dipendenti. La Uil contesta anche la nomina di dirigenti ad interim a personale già troppo impegnato. Tutto questo per ridurre le spese. Ma, dice ancora il Sindacato, nello stesso tempo vengono dati incarichi a persone esterne all’ente con modalità per niente chiare, e aumenta anche lo staff a disposizione del sindaco, e soprattutto nomina due vicesegretari comunali, azione questa che la Uil definisce “contro ogni logica e norma”.

In tutto questo processo è mancato il confronto con i Sindacati. E la Uil denuncia che alle prossime elezioni delle Rsu è stata creata una lista con un Sindacato di comodo e non rappresentativo “le cui firme di sottoscrizione sono state raccolte durante l’orario di lavoro da un Consigliere di maggioranza molto vicino al Vicesindaco-Assessore al personale”, dicono dalla Uil. Per tutte queste ragioni la Uil ha denunciato il Comune per comportamento antisindacale e ha chiesto all’Amministrazione di rivedere l’assetto organizzativo, con iniziative che tendano “veramente alla valorizzazione del personale ed al bene della cittadinanza”.

SHARE