Cisterna, bambino di 3 anni muore per un malore. Era appena stato dimesso dall’ospedale

di Redazione – Aveva tre anni e solo il giorno prima era stato dimesso dal Bambin Gesù di Roma. È avvolta nel mistero la morte di un bambino di Cisterna, che nella giornata di domenica ha accusato un malore. Quando i genitori, di origine filippina, hanno chiamato i soccorsi, il personale del 118 ha constatato immediatamente la gravità della situazione e ha allertato l’eliambulanza. Ma all’arrivo del velivolo il piccolo era già deceduto.

Il giorno prima il piccolo era stato portato al Bambin Gesù di Roma per frequenti rigetti. Nel nosocomio romano era stato sottoposto ad accertamenti e dimesso. Ma la domenica avrebbe accusato di nuovo gli stessi malori, che stavolta sono risultati fatali. Adesso sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta. Martedì potrebbe essere eseguita l’autopsia sul corpo del bimbo. La speranza di genitori e inquirenti è che l’esame fornisca chiarimenti sulle cause del decesso e su eventuali responsabilità dei medici che si sono presi cura dell’infante.

LA NOTA DELL’OSPEDALE – L’ospedale romano da parte sua ha diffuso una nota in cui smentisce qualsiasi responsabilità: il bambino era un paziente noto e affetto da una patologia “rara e complessa di tipo neuro-muscolare, non curabile, ancora in fase di definizione”. Arrivato al Pronto Soccorso nella giornata di sabato era stato visitato, idradato e tenuto sotto osservazione per 6 ore. Al momento delle dimissioni non aveva né febbre né altri sintomi a carico dell’apparato respiratorio e cardio circolatorio. Dimesso nelle prime Ore di domenica, si sarebbe dovuto ripresentare in Ospedale per ulteriori accertamenti il 30 marzo. “In situazioni così complesse, purtroppo, gli esiti drammatici possono rientrare nell’evoluzione naturale della malattia”, così recita la nota in chiusura.

SHARE