Che figuraccia! Il braccino corto di Marino colpisce ancora

di Francesco Miscioscia – Ancora un sollecito di pagamento per il sindaco di Roma Ignazio Marino. Questa volta però non si tratta di multe per parcheggio in sosta vietata o per il permesso ztl scaduto. A chiedere soldi al primo cittadino è addirittura il suo partito, il Pd. A ricevere la lettera del tesoriere Carlo Cotticelli, però, non è stato solo Marino. Il sindaco è in buona compagnia.

Tutti gli eletti del PD romano, dai presidenti dei municipi ai consiglieri comunali, infatti sono apparsi restii a pagare il 10% dello stipendio o del gettone di presenza previsto dal regolamento interno del Partito Democratico.

Non si tratta del primo sollecito da parte di Cotticelli. Marino infatti, dopo aver ricevuto la lettera del 19 dicembre scorso, si era impegnato a versare nelle casse del Pd la sommatoria dei 450 euro mensili previsti dal regolamento. Ma forse il buon sindaco avrà avuto… Continua a leggere su Marketicando 

SHARE
Un uomo con il pallino della comunicazione da sempre. In pratica dal 1981 Fondatore e Presidente della Francesco Miscioscia Adv srl. Oggi consulente strategico e operativo di marketing politico svolge per le aree di gestione e comunicazione un’intensa attività su tutto il territorio nazionale ... Continua a leggere