Centrale a Biogas a Latina Scalo, Calandrini: è un errore, spero che il Comune dia parere negativo

di Redazione – Nicola Calandrini torna ad opporsi alla realizzazione della centrale a Biogas in via dell’Industrie a Latina Scalo e polemizza con la Regione Lazio che tenta “di togliere tutti gli strumenti di controllo agli enti locali ai quali spetta il compito della gestione, la tutela, la programmazione, la salvaguardia e la valorizzazione del territorio”.

Il Presidente del Consiglio comunale ricorda che la zona di Latina Scalo è già interessata dalla “presenza di numerose industrie insalubri” e di “aziende con tipologie di processi produttivi che utilizzano sostanze pericolose” quindi questo impianto di trattamento dei rifiuti per la produzione di energia elettrica “andrebbe ad inserirsi in un contesto già di per sé critico”.

La centrale a Biogas di Latina Scalo, di potenza nominale di 1.487 Kw, dovrebbe andare a trattare 40.500 tonnellate di materiale all’anno e sarà alimentata a FORSU (frazione organica rifiuti solidi urbani) e sottoprodotti dell’industria agroalimentare.

“Auspico che i tecnici comunali approfondiscano e pongano attenzione a questo tema così importante in tema di impatto ambientale, affinché si arrivi ad un parere negativo sulla realizzazione dell’impianto in questione a Latina Scalo” conclude Calandrini.

SHARE