Cala l’export a Latina: -11% rispetto al 2015. In controtendenza l’agricoltura

agricoltura

Cala vertiginosamente l’export in Provincia di Latina. Lo dicono i dati della Camera di Commercio di Latina di Osserfare, relativi al primo semestre del 2016. In un contesto nazionale tutto sommato stabile (un calo dello 0,04% rispetto al periodo analogo del 2015), a Latina si registra un deciso rallentamento delle vendite all’estero: -10,92%. Per quanto Latina registri la performance peggiore rispetto a tutte le Province del Lazio, dalla Camera di Commercio fanno notare che nell’ultimo quinquennio le vendite sui mercati internazionali della nostra provincia sono cresciute di circa il 70%, a fronte del 13% nel Lazio. Latina è giunta a rappresentare quasi 1/3 dell’intero valore esportato da tutta la regione, a fronte del 20% a giugno 2012. Ad ogni modo, rispetto al 2015, i valori dei prodotti esportati passano da 3,2 miliadri a 2,9, mentre l’import cresce da 2,8 miliardi a 3 miliardi.

Il manifatturiero e l’agricoltura si confermano i settori trainanti. In particolare il settore agricolo ha fatto registrare un incremento dell’export, pari a 108 milioni di euro (+5,53% rispetto al 2015). Il 94% delle merci è stato destinato al mercato europeo.

Il settore manifatturiero rimale leader, per la prevalenza del comparto chimico-farmaceutico che influenza gli scambi con l’estero. Qui però si registra una contrazione dell’11,44% rispetto al 2015 con merci esportate per un valore di 2,8 miliardi. Questo dato è sicuramente influenzato dall’aumento delle importazioni (+18%) nel settore farmaceutico, che per la Camera di Commercio non è necessariamente un dato negativo.

“Non sorprende – ha commentato il Commissario straordinario della Camera di Commercio di Latina Mauro Zappia – in un contesto nazionale di minore vivacità il risultato negativo della provincia di Latina, che interrompe per la prima volta la crescita senza soluzione di continuità degli ultimi anni, e dunque ha un impatto emotivo che va senz’altro ricondotto oltre agli scenari internazionali, anche ad una sorta di fisiologico assestamento dopo, peraltro, un anno particolarmente positivo come il 2015. Nonostante il calo Latina rappresenta oggi quasi un terzo dell’intero valore esportato da tutta la regione Lazio. È certamente importante continuare a mantenere un’attenzione costante sulle dinamiche legate all’export, che spesso sono state trainanti in alcuni settori strategici dell’economia provinciale, come conferma la positività del dato relativo all’agricoltura”.

“In provincia di Latina, infatti – ha concluso il commissario Zappia – il settore agricolo mostra performance di gran lunga al di sopra delle dinamiche registrate a livello nazionale in termini di crescita delle esportazioni. Ci auspichiamo che mantenga questi ritmi di crescita cercando eventualmente ulteriori mercati di sbocco. Diversamente, per la peculiarità del manifatturiero in provincia, caratterizzato dalla incidenza preponderante del farmaceutico, sarà necessario attendere le prossime rilevazioni per verificare se è in atto una effettiva inversione di tendenza oppure se si tratti di una dinamica temporanea, legata alla realizzazione di nuovi prodotti per i quali si sono avuti brevetti in esclusiva e quindi in fase di nuova commercializzazione”.

SHARE