Brescia-Latina 1-2, i nerazzurri espugnano il Rigamonti. Doudou regala la vittoria

di Marco Carpanese – Il Latina vince 2-1 nella difficile trasferta di Brescia e si porta così a 37 punti, raggiungendo una posizione più tranquilla in classifica. La squadra di Iuliano si porta in vantaggio allo scadere del primo tempo con una grande punizione di Viviani, chiudendo la prima parte di gara sull’1-0. Nel secondo tempo il Brescia parte forte e già dopo 5’ trova il pareggio con un colpo di testa del solito Caracciolo. La gara si blocca, le emozioni scarseggiano fino a quando Iuliano fa la mossa decisiva e al 28’ del secondo tempo toglie l’evanescente Oduamadi e mette in campo Doudou. È proprio l’attaccante romano di origini nigeriane a sbloccare la partita al 31’ con un gol d’autore: si gira improvvisamente al limite dell’area e trafigge Arcari con un destro che si infila nel sette. I nerazzurri, forti del nuovo vantaggio, addormentano la gara che resta sul 2-1.

Si tratta di una vittoria importantissima per il Latina, che grazie a questi 3 punti si tira fuori dalla zona pericolosa della classifica. Iuliano è chiaramente molto soddisfatto soprattutto per il risultato: “Spesso i  isultrati non ci hanno dato ragione, ma giochiamo sempre un bel calcio, a viso aperto. Il cambio vincente di Doudou? A volte ci vuole anche in questo un po’ di fortuna”.

Brescia: Arcari, Zambelli, Caracciolo Ant. (20′ Tonucci), Di Cesare, Scaglia, Quaggiotto, Bentivoglio (1′ st Caracciolo And.), Benali, Sestu, Da Silva (27′ st Budel), Corvia. A disp.: Andrenacci, Lancini, N’tow, H’Maidat,  Gargiulo, Valotti. All.: Calori

Latina: Di Gennaro, Ristovski, Brosco, Dellafiore, Alhassan, Crimi, Viviani, Ammari (47′ st Olivera), Bidaoui (24′ st Bruscagin), Sowe, Oduamadi (28′ st DouDou). A disp.: Farelli, Angelo, Paolucci, Litteri, Figliomeni, Jaadi. All.: Iuliano

Arbitro: La Penna di Roma1. Assistenti: Peretti di Verona e Di Salvo di Barletta. Quarto uomo: Giua di Pisa

Marcatori: 46′ Viviani, 6′ st Caracciolo And., 30′ st DouDou

Note – Ammoniti: Viviani, Di Cesare, Sowe, Benali, Crimi

SHARE