Baseball, l’AS Insieme Latina non può giocare: campo inagibile. “La Latina BC ci ostacola”

di Redazione – L’As Insieme Latina rischia di vedere compromessa prima di iniziare la sua stagione nel campionato di baseball di Serie B. Questo perché la squadra del presidente Mauro Bruno ha sì ottenuto l’autorizzazione ad utilizzare l’impianto comunale di Via Ezio, ma nel “diamante” manca l’acqua potabile. A gestire l’impianto infatti è affidato alla società Latina BC, che, seppure sollecitata, non ha mai provveduto a ripristinare la fornitura. Il sospetto dell’As Insieme Latina è che Acqualatina potrebbe aver interrotto le forniture a causa di debiti non pagati dal gestore dell’impianto sportivo.

La questione sta angosciando e non poco l’As Latina Insieme che, a 40 giorni dall’inizio del campionato, teme che non siano trovate soluzione. “Non ci sono i presupposti per continuare questa avventura e per continuare a sostenere delle spese senza le dovute garanzie”, ha detto il presidente Mauro Bruno. In realtà il campo di Via Ezio, è in condizioni abbastanza degradate. Se il gestore non interviene a sistemare la situazione, a rimetterci sarà la squadra di Serie B: “Stiamo valutando con tutto il direttivo di prendere atto di questa situazione e ritirare la squadra dal campionato. Il Latina BC latita nei confronti del comune e delle altre società che vorrebbero investire nel settore del Baseball”, dichiara ancora Mauro Bruno. Il sospetto è che la Latina BC non stia agendo per ostacolare volutamente l’As Latina Insieme. “Il Latina BC – conclude Mauro Bruno – è sparito dalla circolazione e soprattutto dagli ambienti del baseball. Aver messo su in tutta fretta una squadra la dice lunga sull’obiettivo posto: creare problemi all’altra società più che per permettere a dei giovani di giocare”.

SHARE