Aviointeriors, sabato la manifestazione con i sindacati. Del caso si interessano Landini e Polverini

di Redazione – Si preparano a far sentire ancora la loro voce e il loro sdegno gli ex operai del presidio Aviointeriors. Stavolta accanto a loro avranno le sigle sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl che hanno indetto una manifestazione sabato 31 gennaio alle 10. Di fronte allo stabilimento di Tor Tre Ponti potrebbero trovarsi uniti di nuovo i licenziati e chi ha mantenuto il posto di lavoro e sente di nuovo parlare di cassaintegrazione.

I sindacati si attendono almeno 350 persone per protestare contro un’azienda che poteva essere un fiore all’occhiello dell’economia pontina e che invece ha visto il suo fatturato ridursi. Non convince la ricapitalizzazione annunciata dall’amministratore delegato Ermanno De Vecchi. Ma sul futuro dell’azienda di Tor Tre Ponti pesa anche la pronuncia del Tribunale di Latina che dovrà decidere sull’istanza di fallimento presentata da alcuni ex operai che attendono di vedere liquidate le loro spettanze. La risposta potrebbe arrivare il 19 febbraio.

Intanto il presidio “Operai Uniti” ha consegnato i documenti della vertenza a “Servizio Pubblico”, la trasmissione di La7 condotta da Michele Santoro, e a Maurizio Landini, segretario generale della Fiom. Gli ex lavoratori hanno avuto modo di incontrare anche la senatrice Renata Polverini con la quale sono state concordate iniziative da prendere in Parlamento, e di cui a breve saranno rese note altre informazioni.

AVIOINTERIORS, VARATO L’AUMENTO DI CAPITALE: ORA L’AZIENDA PUNTA IN ALTO. IL CASO SU LA7 A SERVIZIO PUBBLICO 

AVIOINTERIORS, PARLA L’AD DE VECCHI: “CI MERITIAMO UN PLAUSO, SOLO 40 LICENZIATI SENZA ACCORDO”

SHARE