Aviointeriors, il presidio arriva a Montecitorio. Inascoltati gli appelli a Ministero e sindacati

di Redazione – La protesta degli operai Aviointeriors si sposta a Montecitorio. Lo annunciano gli ex dipendenti uniti sotto la sigla “Operai Uniti”. Da oggi una delegazione sarà nella Piazza dove ha sede la Camera dei Deputati per denunciare ancora una volta la loro vicenda e per protestare contro l’assenza delle Istituzioni.

Il 13 gennaio scorso, durante il vertice sulla crisi occupazionale tenutosi nella sala consiliare del Comune di Cisterna, era stata inviata una richiesta di incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico, firmata dai Sindaci di Pontinia, Latina, Norma, Cori, Sezze, Priverno, Maenza, Roccasecca, dalla presidente della Provincia di Latina, Eleonora Della Penna, e dai consiglieri regionali Enrico Forte e Rosa Giancola. Nello stesso giorno erano state scritte lettere ai vertici dei sindacati nazionali per coinvolgerli nella situazione. Entrambi gli appelli sono rimasti inascoltati. Per questo gli “Operai Uniti” hanno deciso di spostare la loro protesta direttamente a Montecitorio dove sperano di interloquire con i rappresentanti delle istituzioni politiche nazionali.

SHARE