Atto aziendale bocciato, De Meo chiede la convocazione della Conferenza dei Sindaci

di Redazione – Il sindaco di Fondi, Salvatore De Meo, ha scritto al collega di Latina, Giovanni Di Giorgi per chiedere la convocazione urgente di una conferenza dei sindaci. La richiesta segue la bocciatura dell’atto aziendale della Asl da parte della Regione Lazio. De Meo ha chiesto più volte alla Pisana e al Governatore Zingaretti di essere ascoltato per esprimere le sue perplessità sull’atto. Ma il suo appello è sempre rimasto inascoltato. E ora De Meo vuole conoscere con esattezza quali sono stati i rilievi mossi al direttore della Asl, Michele Caporossi. “Sono certo – scrive De Meo a Di Giorgi – che condividi la mia medesima preoccupazione su tale problema, che conferma le perplessità più volte manifestate su un documento che dovrà disciplinare l’organizzazione e il funzionamento della Azienda Sanitaria provinciale per i prossimi anni”. De Meo si è sempre mostrato critico verso il piano proposto per la Provincia di Latina, in particolare per l’incremento delle unità amministrative a scapito di quelle sanitarie. Criticità che puntualmente sono emerse anche nel rapporto degli esperti della Direzione Regionale Salute.

Intanto, in migliaia hanno sottoscritto la petizione che chiede di rivedere l’atto aziendale relativamente all’Ospedale San Giovanni Di Dio. De Meo sta incontrando cittadini, associazioni e comitati che chiedono alla Regione Lazio di rivedere le sue scelte sulla sanità per quel che riguarda Fondi. Nell’ospedale si continuano a registrate criticità e in molti sono preoccupati per la chiusura dell’unità di Endoscopia, chiusura che si è resa necessaria per sopperire alla carenza di organico del reparto di Chirurgia.

SHARE