Artigianato, più incentivi per il settore: la Regione approva il testo unico

di Redazione – La Regione Lazio ha approvato il nuovo testo unico per l’artigianato. La decisione è arrivata in Consiglio Regionale dove il testo ha raccolto 34 voti a favore. Vengono valorizzati anche l’artigianato artistico e tradizionale e non viene dimenticato neppure quello legato alle nuove tecnologie e al commercio. La legge prevede l’istituzione di un “Fondo per la tutelo, lo sviluppo e la valorizzazione dell’artigianato laziale”. Per l’Assessore allo Sviluppo Economico e alle Attività Produttive, Guido Fabiani, il nuovo testo renderà possibili interventi e l’apertura di nuovi bandi, fermi dal 2009.

La legge contiene anche risparmi. Vengono cancellate le commissioni provinciali per l’artigianato, mentre quelle regionali scendono da 13 a 8 membri che svolgeranno il loro lavoro gratuitamente. Sarà introdotto anche un albo su base territoriale, provinciale e metropolitano. Inoltre, l’introduzione della figura del maestro artigiano e delle botteghe scuola permetterà di trasmettere le conoscenze e far incontrare domanda e offerta di lavoro. Sono anche previste agevolazioni per ristrutturazioni, acquisto di macchinari, sicurezza dei locali; valorizzazione di ricerca, sperimentazione e innovazione tecnologica; occupazione e ricambio generazionale; fiere e sostegno dell’artigianato artistico e tradizionale. Particolare attenzione viene data alle nuove tecnologie e all’e-commerce.

Si tratta di una legge “Finalizzata a sostenere e rilanciare il patrimonio professionale ed economico che tale settore rappresenta anche per la provincia di Latina”, questo il commento del Consigliere Regionale pontino Enrico Forte. Per l’esponente del PD le nuove norme “Potranno aiutare le decine di migliaia di imprese artigiane della provincia di Latina ad uscire dalla crisi e rilanciare la qualità della propria produzione”.

SHARE