Aprilia, Apl denuncia degrado nell’istituto di Via Amburgo. La replica del Comune: polemiche strumentali

di Redazione – Si apre la polemica tra il movimento Aprilia in Prima Linea e il Comune. Oggetto del contendere sono le condizioni dell’Istituto Toscanini di Via Amburgo. Si tratta di una scuola primaria inaugurata meno di un anno fa. Ebbene, Aprilia in Prima Linea ha denunciato il degrado della struttura, lasciata nel dimenticatoio, questo secondo la presidente Sabrina Esposito Montefusco. Da ottobre gli operatori scolastici hanno segnalato più volte al Comune la presenza di rubinetti rotti nei bagni: per aprirli è necessario un cacciavite. È evidente che non è questa una condizione ottimale per un ambiente frequentato da bambini. Aprilia in Prima Linea si chiede inoltre che materiali siano stati utilizzati per ripararli dal momento che alcune segnalazioni ne indicano la qualità piuttosto scadente. “Se proprio bisogna risparmiare almeno lo si faccia non sulla pelle dei bambini”, così si è espressa la presidente Esposito Montefusco. Aprilia in Prima Linea ha segnalato inoltre che la strada di accesso alla scuola non è completata e presenta disagi in particolare per gli alunni costretti a muoversi in carrozzella.

Immediata è arrivata la replica del Comune: “Allo stato, nonostante risultino tre rubinetti rotti su venti, e a breve i miscelatori rotti saranno sostituiti, nessuna situazione di degrado è stata rilevata all’interno di detto plesso scolastico”. Il Comune ha infatti provveduto a inviare i tecnici nell’istituto. Questi hanno costatato che i rubinetti sono stati rotti per un uso improprio che ne è stato fatto. “Al di là di detti riscontri e alla luce delle verifiche generali sull’idoneità dello stato dei luoghi, – scrivono dall’Amministrazione – si è potuto costatare l’infondatezza delle polemiche sollevate da detto movimento politico, risultate di fatto palesemente strumentali.

* Foto tratta dal sito www.aprilianews.it

SHARE