Affidamenti diretti, il Comune rivede la normativa: ditte sorteggiate per garantire la rotazione

di Redazione – Anche se, ci tiene a precisare la nota del Comune, “non è previsto dalla normativa”, la giunta comunale di Latina ha approvato le modifiche alle procedure di affidamento in economia di lavori, servizi e forniture sotto € 40.000,00, in un’ottica di trasparenza. I cosiddetti “affidamenti diretti” che negli ultimi mesi sono arrivati agli onori della cronaca più volte, adesso sono stati rivisti dal Comune che ha “stabilito di ricorrere ad imprese ed operatori presenti in appositi elenchi di settore tenuti unicamente dal Servizio Gare e Contratti“. Quindi, quando ci sarà necessità di un affidamento del genere si procederà con un sorteggio delle ditte, almeno cinque, da invitare in modo da garantire la trasparenza e la rotazione e anche un servizio più economico.

Il Comune quindi si impegna a istituire questi elenchi di imprese dai quali attingere quando ci saranno da fare appalti diretti e nel frattempo ha stato stabilito di ricorrere ad un’indagine di mercato, tramite avviso pubblico, per consentire a tutti i soggetti che si ritengono in grado di svolgere un particolare servizio, di partecipare alle attività messe in atto dall’Amministrazione per l’affidamento del servizio.

SHARE