Accendiamo il rispetto, nelle scuole la Taiwan Excellence per la legalità contro il bullismo

Torna a Latina la campagna di sensibilizzazione nelle scuole #Accendiamoilrispetto, organizzata dalla Taiwan Excellence Top Volley Latina in partnership con AbbVie. “Con la riapertura delle scuole e l’avvio del campionato – ha detto il capitano della squadra di pallavolo Daniele Sottile – riprendiamo l’impegno da dove c’eravamo lasciati. È una priorità importante per noi, perché come atleti, ma anche come genitori, abbiamo il dovere di lasciare anche qualcosa di buono nei giovani”. L’iniziativa è realizzata in partnership con AbbVie, l’azienda biofarmaceutica globale che ha il proprio polo produttivo in Italia a Campoverde di Aprilia. Anche Cristian Savani ha avuto il suo primo contatto con la campagna #Accendiamoilrispetto spiegando quanto sia “fondamentale l’impegno di noi sportivi nei confronti delle giovani generazioni, lo dico anche da padre”.

La terza edizione del progetto, che finora ha portato ben 13 incontri nelle scuole in due anni, è stata presentata nel corso della conferenza che s’è tenuta presso l’Hotel Europa di Latina. All’incontro è intervenuto il sindaco di Latina Damiano Coletta che ha sottolineato “l’importanza del senso civico ma anche dell’etica che non deve essere mai dimenticata. Il web è una grande opportunità ma nasconde anche molti problemi: dal cyberbullismo alle notizie false”.

Luigia Spinelli, il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Latina, si è poi rivolta direttamente a una delegazione di studenti dell’istituto Einaudi – Mattei di Latina: “Da studenti dovrete diventare cittadini liberi e per esserlo serve la consapevolezza, la cultura e l’apprendimento. Accendiamo il rispetto è proprio un bel messaggio, siete arrivati al terzo anno e questo testimonia che non si tratta di un’iniziativa estemporanea”.

Emanuela Iaione, portavoce e Capo di Gabinetto della questura di Latina, ha portato il suo saluto sottolineando l’importanza dell’educazione alla legalità, campo in cui la Questura di Latina è molto attiva con iniziative di sensibilizzazione. Luigi Goldner, storico dirigente della Top Volley Latina ha posto l’accento sull’importanza della presenza dei giocatori nelle scuole anche grazie all’intesa di cui Francesco Tatangelo è direttore dello stabilimento, il quale a sua volta ha aggiunto che “il progetto nasce per contribuire a sviluppare cultura e consapevolezza per contrastare fenomeni quali il bullismo e il cyberbullismo, verso i quali l’impegno di tutti noi è chiave. Ci tengo a sottolineare i numeri di questi primi due anni dal lancio dell’iniziativa, che ha toccato anche alcuni Istituti della provincia di Roma. Complessivamente, nei primi due anni del programma, si sono svolti 13 incontri che hanno visto la partecipazione di 5.500 studenti”.

SHARE