ABC, bando per il direttore generale: obbligatoria laurea ed esperienza nel settore pubblico

Cda-ABC
Il CdA di ABC, con il sindaco Coletta

È stato diramato l’avviso pubblico per la scelta del direttore generale dell’azienda speciale ABC. Il bando è disponibile sul sito del Comune di Latina.

Si occuperà della gestione dell’azienda, delle struttura tecnica e amministrativa, al fine del raggiungimento degli scopi previsti. Collaborerà con il Presidente per l’individuazione delle scelte stategiche e direzionali.

Il prescelto rimarrà in carica tre anni. Ed ecco i requisiti. Possono presentare la domanda coloro che abbiano almeno un diploma di laurea magistrale, e siano in possesso di “specifica esperienza nella direzione di imprese a capitale pubblico e/o a controllo pubblico operanti nel settore della gestione dei rifiuti per almeno cinque anni” E se ha carichi pendenti, è tenuto a indicarli in sede di domanda, unitamente al trattamento dei dati personali. A proposito di giustizia, un altro requisito indica che il candidato: “Non deve essere distinatario di decisioni civili o provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale, non aver riportato condanne penali per reati contro la pubblica amministrazione, e non essere destinatari di provvedimenti che riguardino l’applicazioni di misure di dentenzione”.

Domanda di partecipazione, curriculum e “ogni altro ducumento ritenuto utile ai fini della loro valutazione” vanno presentati via Pec all’azienda speciale ABC oppure all’ufficio protocollo del Comune di Latina, entro il 6 novembre alle ore 12.00.

Le candidature saranno esaminate, con un’analisi del curriculim vitae da parte di un’apposita commissione. Seguirà poi il colloquio orale.

Per la selezione si terrà conto del ruolo ricoperto dal candidato nelle precedenti esperienze direzionali, in particolare nelle imprese a capitale pubblico, nel settore della gestione rifiuti, del numero dei dipendenti che ha gestito in passato, e del voto di laurea e di speciali menzioni e o master post universitari. Chi otterrà almeno 50 punti su 70 da questo primo screening sarà ammesso al colloquio orale che verterà “in via indicativa ma non esaustiva, sulle seguenti materie inerenti il settore dell’Igiene Ambientale: Gestione Aziendale, Diritto Amministrativo, Normativa sugli Appalti Pubblici, Sicurezza sul luogo di lavoro, Relazioni sindacali, Diritto Commerciale e ciclo dei rifiuti”.

SHARE