A Ventotene mancano i docenti, i genitori occupano la scuola elementare

di Redazione – A Bassiano studenti, genitori, sindacati e istituzioni sono scesi in piazza per protestare contro la decisione della Regione Lazio di sopprimere le sue scuole per il prossimo anno scolastico, ma a Ventotene la situazione non è migliore. Sull’isola pontina non si va a scuola da tempo o, meglio, gli studenti tra i banchi ci sono, mancano i docenti, in particolare quella di italiano. “A Ventotene la ‘Squola’ senza la maestra d’Italiano” si legge su uno striscione che oggi campeggia sul cancello di ingresso della scuola primaria “Altiero Spinelli” occupata per protesta da mamme e bambini. Da inizio anno non sono mai stati visti alcuni docenti e, a causa dei tagli, non arrivano nemmeno i supplenti a garantire la continuità delle lezioni. Stanno “demolendo l’impegno e i sacrifici di tutto quel personale docente e scolastico che dall’inizio dell’anno lavora con continuità e serietà” si legge in una nota firmata da tutti i genitori.

“Anche se Ventotene è una piccola isola dobbiamo avere la stessa istruzione degli altri bambini” è un altro striscione che chiede pari diritti per tutti gli alunni.

SHARE