850mila euro di fondi PLUS non assegnati. Latina spreca risorse importanti per l’occupazione

di Giusy Cavallo – Il Consiglio comunale si è riunito in via straordinaria per parlare della crisi economica e lavorativa del territorio, la votazione della mozione di solidarietà è stata unanime e durante la riunione c’è stato una insolita unione di intenti tra maggioranza ed opposizione. I consiglieri democratici hanno anche rinunciato ai loro interventi per “senso di responsabilità”. Oggi, però, dopo le belle parole spese dal Consiglio, Omar Sarubbo torna sulla questione e bacchetta l’amministrazione comunale in termini di politiche occupazionali ed economiche.

Il consigliere dem ricorda che ci sono ben tre bandi pubblici che “a causa di una gestione incompetente da parte del Comune di Latina rischiano di essere persi”. Si tratta di “Latina da scoprire”: 500 mila euro destinati alle attività economiche del mare per riqualificazione locali o aperture di nuove strutture. Il bando è stato chiuso a marzo 2014 e molti operatori hanno partecipato, ma ad oggi ancora non hanno avuto una risposta, anche se, secondo il bando di gara, dovrebbero realizzare le opere entro il 2015. C’è poi “Work Experience”: 150mila euro per finanziare l’assunzione e la formazione di tirocinanti (attualmente disoccupati) presso aziende operanti sul litorale per la stagione estiva. Molte le attività del lido che hanno partecipato ma il Comune non è riuscito a comunicare gli esiti di gara in tempo, così ha riaperto il bando ad agosto ma a quel punto nessuno ha più partecipato. Adesso la gara è stata estesa anche alle aziende non del litorale. E infine “Formare l’accoglienza”: 200mila euro per favorire l’impiego di disoccupati ed inoccupati nell’ambito del settore turistico. Il bando è stato pubblicato ad agosto, ma ancora nesuna risposta è stata data a chi ha partecipato.

In totale sono 850 mila euro stanziati con fondi PLUS della Regione dal 2012 (POR-FESR 2007-2013) e ancora non utilizzati dal Comune di Latina.

Sarubbo, quindi, chiede un’audizione urgente in Commissione dell’Assessore al Commercio per aver spiegazioni. Sperando che questi fondi possano essere sbloccati e distribuiti agli operatori che possono far ricominciare a girare l’economia.

SHARE